Seleziona una pagina

Ormai sai già cos’è un Chatbot, giusto? Se questa tecnologia è nuova per te, un chatbot è un software in grado di rispondere automaticamente a domande e richieste utilizzando un widget in stile messenger. A differenza di una segreteria telefonica automatica, un chatbot è alimentato dall’intelligenza artificiale, il che significa che comprende la conversazione in linguaggio naturale. Rende il servizio automatizzato più colloquiale e realistico.

Nel 2016, i grandi leader tecnologici come Facebook, Microsoft e Google hanno lanciato le proprie piattaforme per chatbot. Da allora, le applicazioni basate sull’intelligenza artificiale hanno iniziato a espandersi e molti concetti interessanti di bot hanno iniziato a prendere forma. Come con qualsiasi altro nuovo prodotto tecnologico, all’inizio, tutti vogliono solo esplorare come utilizzare questo “motore AI” per creare un robot, ma poiché l’infrastruttura AI continua a migliorare a un ritmo così rapido, è chiaro che l’intelligenza artificiale sarà sicuramente aiutare le persone nella loro vita quotidiana e far funzionare le imprese in modo più efficiente.

La tecnologia Chatbot funziona come supporto per gli agenti, non come sostituzione

Una delle domande più frequenti, e forse la parte più spaventosa dell’intelligenza artificiale di cui le persone sono preoccupate è “L’AI sostituirà i lavoratori umani e prenderà il loro lavoro?” La risposta per il settore immobiliare è un NO chiaro. I prodotti AI sono strumenti indispensabili per supportare gli agenti, ma nulla può sostituire completamente un agente dal vivo. Il contatto umano è ancora molto necessario nelle transazioni immobiliari; sia per l’acquisto, la vendita o l’affitto, perché il settore immobiliare non è un prodotto standard. È molto difficile ottenere il quadro completo di come l’appartamento o il condominio sembra guardando solo le foto e le descrizioni di lettura. Persino la realtà virtuale è ancora agli stadi iniziali ed è molto lontana dal sostituire le vere visualizzazioni live delle proprietà. Le persone tendono a visitare le proprietà con qualcuno che ha una conoscenza completa della proprietà e dell’esperienza sul processo, prima di prendere la decisione finale.

Sebbene i reclami riguardanti gli agenti immobiliari siano onnipresenti, e il processo attuale ha occasionalmente qualche singhiozzo, la soluzione non è semplicemente quella di ritirare gli agenti dal processo. È molto difficile essere un buon agente immobiliare, e alcune persone lo danno per scontato. Gli agenti devono fare tutto da soli come cercare il venditore / acquirente, pubblicare annunci immobiliari online, pubblicizzare gli annunci, tenerli aggiornati, prendere richieste, qualificare i potenziali clienti, gestire l’intero processo di vendita e molto altro ancora. In altri settori, ogni attività del genere viene svolta da un reparto diverso, ma nel settore immobiliare gli agenti devono gestire questi compiti da soli. Gli agenti diventano facilmente sopraffatti da tutte queste attività che devono gestire e la maggior parte degli agenti non sostiene che abbiano bisogno di aiuto.

Un chatbot è uno strumento perfetto per gli agenti immobiliari.

Gestisce il contatto iniziale con i potenziali clienti, li qualifica e organizza tutte le informazioni necessarie nei lead di vendita. Gli agenti possono consultare i lead e essere ben preparati prima di contattare i potenziali clienti. Chiunque abbia un background di vendita sa quanto sia importante vendere al cliente giusto, quindi è di fondamentale importanza avere lead di vendita di alta qualità. Con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, gli agenti possono risparmiare energia per la parte più importante del loro lavoro: la chiusura. Questa è la parte centrale della loro attività che porta denaro, non dedica tempo a prendere richieste o qualificare persone.

I chatbot offrono un servizio di conversazione più realistico

I collegamenti ipertestuali rendono i siti Web collegati tra loro. Usiamo i pulsanti sulle app mobili per rendere molto facile toccare e ricevere l’azione desiderata. AI chatbot, come dice il nome, è stato creato per piattaforme di chat e di testo. Le persone si aspettano di chattare con qualcuno online per risolvere i loro problemi istantaneamente, invece di chiamare o inviare per e-mail. Perché chatbot diventi davvero un prodotto ampiamente utilizzato, riteniamo che sia essenziale fornire un’esperienza di conversazione completa. Deve sentirsi come se ci fosse un vero rappresentante umano dietro l’altro schermo che chiacchiera con te.

LEGGI ANCHE  Anatomia di un chatbot: un'avventura nella creazione dei bot

Il servizio di conversazione è probabilmente più utile nel settore immobiliare che in altri settori come il servizio di ristorazione o l’industria dei viaggi. Ogni esperienza di noleggio o acquisto è unica, motivo per cui gli agenti tendono a qualificare e classificare i potenziali clienti secondo determinati criteri. Tradizionalmente, gli agenti immobiliari hanno moduli molto facili da usare per gli utenti di pianificare la visualizzazione di una proprietà. L’unico inconveniente di questa configurazione è che gli agenti non hanno alcuna informazione qualificante sulla persona che ha richiesto la visualizzazione. Gli agenti devono sapere di più sui loro clienti oltre al nome e all’indirizzo e-mail. Se lo fanno, possono prepararsi per la visualizzazione e avere altre proprietà simili pronte a essere mostrate.

Un chatbot offre assistenza alle vendite e altri utilizzi importanti

Alcune società di brokeraggio e agenti stanno già utilizzando il servizio di chat dal vivo sui loro siti Web, ma ciò richiede un team di assistenza clienti dedicato per gestirlo, e pochissimi forniscono un servizio 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Un chatbot automatizza questo processo, rende più efficiente il business immobiliare e la parte migliore è che è disponibile 24 ore su 24, ogni singolo giorno della settimana.

L’intelligenza artificiale è una scelta naturale all’interno del settore immobiliare perché è sempre online, sempre pronta a chattare e può gestire un gran numero di richieste. Secondo recenti statistiche, oltre l’83% degli acquirenti o degli affittuari inizia la ricerca a domicilio online. Immagino che qualcuno di voi abbia avuto l’esperienza di “caravan” o “open space” in cui un agente immobiliare vi ha messo insieme con un gruppo di altre persone quando ha mostrato la proprietà, e poi ha fatto in modo molto aggressivo domande qualificanti per vedere se siete addirittura qualificati affittare / acquistare quella particolare proprietà. Ciò accade perché gli agenti non sanno quali potenziali acquirenti o acquirenti provengono da siti online. Sono seri nelle loro intenzioni, o vogliono solo guardarsi intorno. Questo accade su ogni proprietà, quasi ogni giorno. Quindi c’è un modo per rendere questo processo più efficiente e più divertente per entrambe le parti?

La risposta è si! Un buon modo per migliorare il processo è lasciare che sia gli agenti che i loro clienti condividano le conoscenze l’uno dell’altro prima della riunione. La maggior parte degli agenti ha profili pubblici ben strutturati online ed è facile trovare anche i loro precedenti record di vendita. Gli agenti di solito non hanno alcuna informazione sulle parti interessate oltre al nome e all’indirizzo e-mail, e gli agenti vogliono sempre sapere se quelle parti interessate sono effettivamente vale la pena perseguire o meno.

Il punto di partenza iniziale può essere facilmente gestito dai chatbot. Se gli agenti vedono i clienti non qualificati, possono semplicemente mandare loro un’email o fare una telefonata prima di confermare qualsiasi appartamento o tour del condominio. Tutte le informazioni di contatto appartenenti alla persona rimarranno archiviate nel cloud, in modo che gli agenti possano tornare a quei lead di qualità inferiore ogni volta che hanno più tempo.